Venerdì, 10 novembre 2017

Quel Capolavoro che è Napoli!

"Napoli, finalmente!!!" è stato il saluto iniziale e significativo di Luciano alla gremitissima Piazza Plebiscito. Da molti anni, infatti, il Liga mancava dalla città partenopea, in grandi spazi grandi all'aperto.
Chiudere qui il giro di concerti si è rivelata una scelta azzeccatissima oltre che premiata trionfalmente da tutto il pubblico, scatenato fin dal primo brano e pieno di quello speciale calore festoso che da sempre contraddistingue la gente di Napoli. Urla di gioia, un numero inquantificabile di striscioni e testimonianze di affetto che Luciano ha ripagato con un concerto mozzafiato: 27 brani in scaletta, oltre 2 ore di spettacolo.

 

Il Liga sale sul palco puntuale alle ore 21.00, accompagnato da Fede Poggipollini, Niccolò Bossini, Josè Fiorilli, Kaveh Rastegar, Michael Urbano e Luciano Luisi a cui si aggiungerà in alcuni brani, per l'occasione, Corrado Rustici.
La vista sulla piazza piena dal palco è impressionante, fa venire i brividi. Lo spettacolo diventa un tutt'uno con il rock di Luciano che lascia senza respiro alcuno e il pubblico che, nonostante le molte ore di attesa sotto un sole cocente, sprigiona una quantità tale di energia da riuscire addirittura, in alcuni momenti, a coprire con boati, salti e cori assordanti, il potentissimo impianto audio. Luciano, forte della carica ricevuta, arriva addirittura a buttarsi sulle ginocchia sul finale di "Marlon Brando è sempre lui". Per la setlist, il Liga ha mantenuto l'abitudine di inaugurata fin dal primo concerto di "Sotto Bombardamento - Rock In", spaziando dai brani più popolari ad altri più "nascosti", apprezzatissimi proprio perché da parecchio tempo non eseguiti dal vivo.

Nei bis, la grande sorpresa finale, interamente dedicata alla città di Napoli: dopo "Il meglio deve ancora venire", Luciano e la band hanno attaccato il ritornello di "'O surdato 'nnammurato" facendo letteralmente impazzire l'intera Piazza Plebiscito.

"Sotto Bombardamento - Rock In 2012" ha dunque concluso il suo straordinario e breve giro europeo, da Londra a Locarno, da Cividale a Taormina, a Napoli, mantenendo la "promessa" iniziale: show essenziali per la massima esaltazione della musica e del rock.

Liga a Napoli:
Racconto della giornata
Scalette di "Sotto Bombardamento - Rock In 2012"

Venerdì, 20 luglio 2012