Mercoledì, 28 settembre 2022

Eroi in piume e ossa

ValiantIn questi giorni in cui stanno aumentando i timori per l’influenza aviaria, a riabilitare i volatili agli occhi degli umani ci sta pensando “Valiant” – l’ultima creatura 3 D della Disney. Seconda guerra mondiale: un giovane piccione sogna di difendere la sua patria dai falchi tedeschi.  Riesce, così, ad entrare a far parte della squadra scelta al servizio di sua Maestà. Niente sembra fermarlo: grazie alla sua determinazione riuscirà a recapitare importanti e segretissimi messaggi oltre Manica ed a portare a termine una missione fondamentale, proprio il giorno dello sbarco in Normandia. Da pennuto qualsiasi Valiant diventerà, così, un eroe.

The interpreterSempre di complotti si parla, in un altro film in distribuzione in questi giorni: “The Interpreter”. In questo caso però, a trovarsi nel bel mezzo di un intrigo internazionale è la bella Nicole Kidman. Nella sede delle Nazioni Unite, Silvia Broome lavora come interprete. Un giorno, per caso, ascolta una conversazione riservata e viene a conoscenza di un cospirazione per assassinare un capo di stato africano. Scoperta diventa anche lei bersaglio dei killer. Al suo fianco troviamo Sean Penn, nei panni di un agente che non riesce a darle fiducia, dopo aver saputo che lei proviene proprio dal paese il cui leader è minacciato di morte. Diretto da un maestro dell’intreccio, Sidney Pollack, il film è, in parte, girato nel palazzo di vetro, una possibilità che non fu data nemmeno ad Alfred Hitchcock…

Born into BrothelsLa terza proposta di questa settimana è una pellicola che riteniamo meriti grande attenzione:  “Born into Brothels”, un documentario diretto di Zana Briski e Ross Kauffman che racconta l’altra infanzia, quella negata. Vincitore dell’Oscar 2005, come miglior documentario, il film è stato interamente girato in un sobborgo di Calcutta: protagonisti i figli delle prostitute. Un lavoro intenso ed emozionante sul diritto sacrosanto di essere bambino.

La storia del cammello che piangeDolce e molto commovente è “La storia del cammello che piange”, diretto da  Byambasuren Davaa e Luigi Falorni, appena uscito in dvd. Deserto del Gobi, una famiglia di pastori assiste alla travagliata nascita di un bellissimo cammello albino. La madre, provata dalle difficoltà del parto, si rifiuta di allattarlo. Nonostante gli sforzi dei pastori la sorte del cucciolo sembra segnata. A cambiare il destino del piccolo sarà un musicista, l’unico in grado di salvarlo da morte certa… Tra gli extra del film: il trailer, le interviste, scene tagliate, sinossi, critiche e making of.

I Love huckabeesUltima brevissima segnalazione per “I love huckabees” una trama originale con un nutrito cast per una storia, ai limiti del surreale, che mette in luce i paradossi della società americana.  Tra gli interpreti: Dustin Hoffman, Jude Law,  Naomi Watts e Isabelle Huppert.

E tra cammelli che piangono, piccioni con bramosie d’avventura e intrighi politici vi auguriamo una settimana di grande cinema.

Lunedì, 7 novembre 2005