Mercoledì, 1 luglio 2020

Anouk "Who's Your Momma?"

Anouk Who's your mommaSe non avete presente chi è Anouk date uno sguardo alle classifiche del 1997/98 e troverete sicuramente quella voce graffiante e incazzata che, soltanto ventiduenne, dall'Olanda, a furor di chitarre urlava "Non sono la moglie di nessuno" ("Nobody's Wife"). Nel corso di questi dieci anni, Anouk è rimasta una star nei Paesi Bassi. Il resto d'Europa la ricorda soltanto per quell'esordio fulminante. Non è mai riuscita a sfondare negli States ma ha prodotto qualcosa come 7 album di cui uno dal vivo. Questo "Who's Your Momma" (registrato comunque negli USA), è uscito la scorsa settimana ed è il suo ottavo lavoro che segna in qualche modo un cambio di direzione a livello di genere. Il singolo "Good God" sembra tirato fuori dalla colonna sonora dei Blues Brothers e buona parte dell'album si muove sotto questo impulso orientato più verso il soul, il blues e addirittura il gospel. Soltanto il brano d'apertura "If I Go" e le successive due tracce "Might As Well" e "Make It Rain" ci danno modo di riapprezzare e ricordare la "Rock and Roll Dutch Girl" che conosciamo da una decina d'anni.

Ai tempi fu Alanis Morrissette a sdoganare dal Canada l'irriverenza femminile in pieno rock and roll e su quell'onda, Anouk riuscì perfettamente ad inserirsi. "Who's Your Momma", dopo lo spiazzamento iniziale dei fan di vecchia data, dimostra comunque la versatilità della voce di Anouk e conferma anche il suo piglio deciso e agguerrito non soltanto musicale. Sembra infatti che una volta effettuate le registrazioni del disco, la cantante abbia licenziato tutti i suoi musicisti perchè "colpevoli" di aver espresso parere negativo sulla bellezza delle 11 tracce che lo compongono. Insomma, conviene starsene zitti e premere play. Al resto ci pensa Anouk.

 

Martedì, 4 dicembre 2007