Domenica, 5 luglio 2020

Rilo Kiley "Under The BlackLight"

Rilo Kiley - Under the blacklight(Warner Bros Records)
Vengono da Los Angeles, california, dove si sono formati nel 1998. Esordio su album nel 2001 con etichetta indipendente. Poi un altro disco e infine, dopo già un'esperienza da solista della frontwoman Jenny Lewis, ecco approdare il terzo disco dei Rilo Kiley, uscito su etichetta Warner e intitolato "Under The Blacklight". Chi li segue dagli inizi avrà già notato il cambiamento, la virata verso un genere pop elegante, fresco, lontano da atmosfere più dark che caratterizzavano la loro produzione precedente. Le undici tracce che lo compongono sono molto varie tant'è vero che la critica stessa ha fatto fatica ad inquadrare la band in un genere vero e proprio. Sono comunque piovuti complimenti da tutte le parti perchè se da un lato le canzoni presenti strizzano molto l'occhio alle radio, dall'altro arriva anche la sensazione che questo che suona leggero, in realtà voleva suonare leggero.

Rimane dunque la certezza (o una straordinaria illusione) che i brani siano nati nel modo più spontaneo e spensierato possibile. Non è un disco rock anche se i Rilo Kiley in un paio di occasioni omaggiano i Fleetwood Mac. Non è un disco pop nel senso più stretto del termine. E' un album che si lascia ascoltare dall'inizio alla fine, complice anche la voce dalla gradevolissima timbrica di Jenny Lewis e le tematiche trattate nei testi, soprattutto riferite a sesso e vita notturna di Los Angeles. Da notare che al loro primo video estratto da questo album, hanno partecipato veri pornoattori e pornoattrici. Il commento della band è stato: "Ci siamo divertiti un sacco!" In che modo, non è dato saperlo. Insomma avete capito, se siete amanti di una certa leggerezza questo disco potrebbe davvero fare al vostro caso.

 

Martedì, 16 ottobre 2007